Loading player...
Link video

20° GRUPPO O.C.U. (OPERATIONAL CONVERSION UNIT) 2^ PUNTATA

ESERCITAZIONI E ADDESTRAMENTO

22/10/2015

20 Ottobre 2015. In questa seconda puntata continua l'approfondimeno sulle attività del 20° Gruppo O.C.U. (Operational Conversion Unit), uno dei due gruppi volo del 4° Stormo di Grosseto. Il 20° Gruppo O.C.U. ha il principale compito di addestrare i piloti destinati alla linea Eurofighter.

Sono presenti 23 Video
Indietro
  • 03:23 GRIFONE 2017

    22/09/2017

    Servizio speciale di approfondimento realizzato sull'esercitazione di ricerca e soccorso sulle Dolomiti,pianificata e condotta dall'Aeronautica Militare.

  • 01:14 ESERCITAZIONE INCURSORI DEL 17° STORMO `IEDD PRAEX`

    30/01/2017

    Ottobre 2016. Una breve clip su un esercitazione degli Incursori del 17° Stormo che si sono addestrati a Furbara lo scorso mese di ottobre.

  • 10:43 20° GRUPPO O.C.U. (OPERATIONAL CONVERSION UNIT) 2^ PUNTATA

    22/10/2015

    20 Ottobre 2015. In questa seconda puntata continua l'approfondimeno sulle attività del 20° Gruppo O.C.U. (Operational Conversion Unit), uno dei due gruppi volo del 4° Stormo di Grosseto. Il 20° Gruppo O.C.U. ha il principale compito di addestrare i piloti destinati alla linea Eurofighter.

  • 13:02 20° GRUPPO O.C.U.

    16/10/2015

    07 ottobre 2015. Approfondimenti ed interviste realizzati dalla nostra inviata al 20° Gruppo O.C.U. (Operational Conversion Unit) del 4° Stormo di Grosseto. Il 20° Gruppo O.C.U. addestra i piloti destinati alla linea Eurofighter e concorre al servizio di sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale.

  • 12:22 IL 212° GRUPPO

    10/09/2015

    La nostra inviata alla scoperta delle attività svolte dal 212° Gruppo Volo (61° Stormo) con particolare approfondimento sui corsi cosiddetti " pre - operativi " dei piloti militari idonei alle linee aerotattiche.

  • 16:10 IL VOLO

    04/08/2015

    Il volo. Le telecamere di AMTV hanno documentato l’esperienza di volo vissuta dalla nostra inviata, al termine di un approfondimento sulla formazione degli allievi piloti presso il 61° Stormo, scuola internazionale di volo dell’Aeronautica Militare, cui è devoluta la formazione e l'addestramento al volo su aviogetti .

  • 11:28 UN VOLO ADDESTRATIVO SPIEGATO MANOVRA PER MANOVRA

    14/07/2015

    14 Luglio 2015. La nostra inviata ha incontrato un istruttore del 61° Stormo per documentare una missione addestrativa.

  • 11:32 VESTIZIONE `PRE-VOLO`

    30/06/2015

    La giornata per un allievo pilota al 61° stormo di Lecce è arricchita da diversi momenti ed attività: dopo il briefing necessario all'esecuzione del volo, i piloti effettuano la vestizione "pre-volo" che comprende l'equipaggiamento previsto per i velivoli jet.

  • 09:09 PRIMA DEL DECOLLO

    16/06/2015

    Continua il nostro approfondimento sull'addestramento dei piloti dell'Aeronautica Militare, nelle diverse fasi dell'attività di volo, presso il 61° Stormo di Lecce.

  • 03:01 GRIFONE 2014

    09/06/2015

    "Salvare vite umane non è un lavoro ma un privilegio e una virtù". Conclusa l'esercitazione internazionale SAR "Grifone 2014" organizzata dall'Aeronautica Militare presso il 2° Stormo di Rivolto (UD) . Lo scopo principale dell'esercitazione è stato quello di addestrare il personale dei reparti di volo italiani e stranieri del Soccorso Aereo per la direzione e gestione delle operazioni di ricerca e soccorso nel difficile ambiente montano.

  • 02:16 HERNICA SAXA 2015

    05/06/2015

    05 Giugno 2015. Conclusa l'esercitazione "Hernica Saxa 2015". L'attività, finalizzata all'addestramento delle procedure di ricerca e recupero del personale nell'ambiente montano, è stata effettuata con l'impiego delle squadre di ricerca e soccorso e di due elicotteri TH 500B del 72° Stormo di Frosinone.

  • 08:42 LA MISSIONE AL SIMULATORE DEL 61° STORMO

    22/05/2015

    21 Maggio 2015. La nostra inviata ha trascorso una giornata in compagnia di un allievo pilota che si addestra al simulatore del 61° Stormo.

  • 05:31 ESERCITAZIONE EFÈSTO 2015

    14/04/2015

    L'esercitazione "Efèsto 2015" promossa ed organizzata dal Comune di Pozzuoli in collaborazione con l'Accademia Aeronautica ed altre realtà ed istituzioni del territorio campano, ideata per condividere corretti comportamenti da utilizzare in caso di emergenza e calamità naturali, che ha visto coinvolti studenti di istituti superiori ed allievi dell'Accademia Aeronautica.

  • 01:23 LE FORZE ARMATE E IL TERRITORIO: AREE ADDESTRATIVE

    09/02/2015

    L'art. 11 della Costituzione è impegnato a mantenere la pace e la stabilità in molti luoghi del mondo grazie agli uomini e le donne delle nostre forze armate che mettono la loro vita al servizio del cittadino.

  • 04:11 IMPARARE A VOLARE (TM NEWS)

    29/01/2014

    A Galatina, i decolli e gli atterraggi si susseguono uno dietro l'altro alternati a lezioni di teoria e sessioni al simulatore. Ad oggi si contano circa 35 missioni giornaliere...

  • 01:16 ESERCITAZIONE ANTITERRORISMO POLIZIA-AERONAUTICA MILITARE (VIDEOCLIP P.S.-A.M.)

    16/10/2013

    Si è conclusa nei giorni scorsi sull’aeroporto militare "Mario de Bernardi" di Pratica di Mare (RM) un’esercitazione congiunta di anti-terrorismo tra Polizia di Stato e Aeronautica Militare. Lo scenario ipotizzato è stato quello del dirottamento da parte di un sedicente gruppo di terroristi a bordo di un aereo passeggeri in transito sul territorio italiano, che dopo essere stato intercettato in volo da due caccia Eurofighter dell’Aeronautica Militare in servizio di sorveglianza e difesa dello spazio aereo nazionale, è stato costretto all’atterraggio su uno scalo nazionale nel frattempo designato per la gestione dell’emergenza. Si tratta di un’attività di cooperazione nel campo della sicurezza che vede da tempo impegnate Polizia di Stato e Aeronautica Militare in esercitazioni congiunte finalizzate a ricreare situazioni di intervento tipiche nel settore dell’anti-terrorismo, con particolare riferimento alla gestione di grandi eventi e di emergenze che vedono coinvolti più settori della difesa nazionale.

  • 05:46 L’AERONAUTICA MILITARE ADDESTRA L’ONU

    04/10/2013

    In occasione del Corso sviluppato dai responsabili della Sicurezza dell’United Nation Global Service Centre (UNGSC) di Brindisi per addestrare il personale dell’Ufficio Operativo della Polizia dell’ONU (UN Standing Policy Capacity) ad operare in sicurezza in aree di crisi in missione di peacekeeping, e svoltosi in cooperazione con l’Aeronautica Militare, è stato realizzato un video, ancora inedito, che documenta le fasi salienti dell’esercitazione. Il video fornisce una panoramica dettagliata del supporto fornito dall’Aeronautica Militare per insegnare ai frequentatori come comportarsi in caso di imboscate, rapimenti, scontro a fuoco, presenza di campi minati, movimento con autoveicoli e, più in generale, ad affrontare qualsiasi situazione potenzialmente pericolosa tipica delle aree “calde” in cui si troveranno ad operare. L’Aeronautica Miliare ha messo a disposizione sia un’ampia area addestrativa della base del 16° Stormo “Protezione delle Forze” di Martina Franca (Ta), sia le strutture del Distaccamento Aeroportuale di Brindisi. Inoltre, è stato determinante il contributo fornito dai ‘Fucilieri dell’Aria’ che, unitamente al personale di altre amministrazioni, hanno impegnato i frequentatori del corso, svolgendo il ruolo delle forze “amiche”, “nemiche” e popolazione locale all’interno dello scenario addestrativo. Il 16° Stormo "Protezione delle Forze" nasce per offrire protezione alle Installazioni militari in ambito nazionale ed internazionale. La tipologia di missioni normalmente assegnate ai Fucilieri dell’Aria comprende il concorso al dispositivo di sicurezza di rischieramenti militari all’estero, alle operazioni di mantenimento della pace e di soccorso umanitario, nonché l’attuazione in campo nazionale di misure di protezione in occasione di grandi eventi o di mantenimento dell’ordine pubblico.

  • 04:04 ESERCITAZIONE `GRIFONE 2013` (VIDEOCLIP REALIZZATA DALLO STATO MAGGIORE AERONAUTICA)

    23/09/2013

    Venerdì 20 settembre 2013 si è conclusa a L’Aquila, con l’evento dedicato alla stampa e alle Autorità, l’esercitazione internazionale S.A.R. (Search and Rescue) “Grifone 2013”, organizzata dall’Aeronautica Militare sul Gran Sasso nel quadro dell’accordo di cooperazione tra Italia, Francia e Spagna nel settore della ricerca e soccorso aereo (S.A.R MED/OCC). Lo scopo principale dell’esercitazione è stato quello di addestrare il personale dei reparti di volo italiani e stranieri del Soccorso Aereo, dei centri di coordinamento e delle squadre di terra alla pianificazione, direzione e gestione delle operazioni di ricerca e soccorso nel difficile ambiente montano, sia di giorno che di notte, favorendo la reciproca conoscenza e lo sviluppo di procedure comuni. L’esercitazione, svolta dal 16 al 19 settembre, ha avuto come scenario i monti dell’Abruzzo, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, sorvolati senza soluzione di continuità dagli elicotteri dell’Aeronautica Militare, dell’Esercito, della Guardia di Finanza, dell' Arma dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato. Per la prima volta in un’esercitazione SAR è stato impiegato dall’Aeronautica Militare anche l’aeromobile a pilotaggio remoto MQ-9 “Predator B”. Le squadre di ricerca e soccorso, coordinate dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), si muovevano sull'impervio territorio alla ricerca di dei dispersi. Per l’Aeronautica Militare hanno partecipato equipaggi ed elicotteri del 15° Stormo CSAR di Cervia (Ravenna), del 72° Stormo di Frosinone, del 9° Stormo di Grazzanise (Caserta) unitamente all’aeromobile a pilotaggio remoto del 32° Stormo di Amendola (Foggia). La partecipazione di equipaggi e di elicotteri provenienti da Spagna e Francia nonché la presenza di osservatori provenienti da Giordania e Macedonia, hanno conferito maggiore rilevanza all’evento consentendo un proficuo confronto e scambio di esperienze.

  • 07:16 SCAGLIA 2013 VERSIONE RIDOTTA

    05/08/2013

    Giovedì 20 Giugno 2013, presso il 9° Stormo di Grazzanise (Caserta), si è svolta l’esercitazione "Scaglia 2013", per validare la capacità dell’Aeronautica Militare di condurre operazioni che richiedono interventi rapidi in zone geograficamente distanti e in contesti “semi-permissivi”. L’attività, organizzata dal Comando della Squadra Aerea, ha coinvolto i Reparti della 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali, che ha diretto le operazioni, con l’integrazione dei Reparti del Comando delle Forze per la Mobilità e il Supporto, del Comando Forze da Combattimento e del Comando Logistico. In particolare, è stata simulato un evento ad esclusiva connotazione aeronautica, ovvero il recupero di un pilota costretto a lanciarsi in un contesto ambientale “semi-permissivo”, situato oltre il raggio di azione degli assetti normalmente impiegati per questo tipo di operazioni (Personnel Recovery). L’attività addestrativa, svolta in orario notturno, ha interessato assetti “Intelligence Surveillance and Reconnaissance” (ISR) di Forza Armata per la ricerca del disperso e l’individuazione di una base idonea per avviare le operazioni di recupero in sicurezza. Successivamente, dopo la ricognizione e la validazione della zona di atterraggio, gli Incursori del 17° Stormo di Furbara (Roma) aviolanciati nell’area hanno avviato le azioni di soccorso al pilota. I Fucilieri dell’Aria del 16° Stormo di Martina Franca (Taranto), sbarcati nella zona d’operazioni dai C-27J e C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa, hanno poi consolidato la protezione della base, consentendo il recupero del disperso da parte di un elicottero HH.212 ICO (Implementazione Capacità Operativa) del 9° Stormo scortato da un velivolo AMX del 32° Stormo di Amendola (Foggia). Alla “Scaglia 2013” hanno inoltre preso parte: il personale EOR/EOD/IEDD del 17° Stormo; il Centro Cinofili di Grosseto; il 32° Stormo anche con i velivoli a pilotaggio remoto “Predator B” che hanno assicurato le attività di ISR; il 3° Stormo di Villafranca (Verona) con il Team FARP (Forward Arming and Refuelling Point) ed ALARP (Air Landed Aircraft Refuelling Point).

  • 04:24 RIFORNIMENTO IN VOLO PER IL 61° STORMO

    24/07/2013

    Presso il 61° Stormo di Galatina (LE), i frequentatori del 1° Corso “Lead In Fighter Training” (LIFT) 2013 hanno effettuato una missione di rifornimento in volo dal velivolo tanker KC-130 della 46ª Brigata Aerea di Pisa. Il profilo della missione prevedeva un transito a media quota verso l’area di rifornimento in volo (AAR), dove sono state dimostrate tutte le procedure di avvicinamento, ricongiungimento e rifornimento in volo, per poi completare la missione addestrativa nella forma di volo “Offensive Air Combat Maneuver” (OACM). Tale attività è stata resa possibile per l’impegno del 212° Gruppo Volo nel rendere l’addestramento più aderente alle richieste dei Gruppi operativi, anche grazie al supporto degli assetti di rifornimento in volo e ai coordinamenti del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico. Grazie a questo sforzo corale e condiviso è stato possibile riprendere, dopo un periodo di sospensione durato circa sei anni, l’addestramento dei frequentatori del pre-operativo in un profilo di volo particolarmente formativo e impegnativo. La missione effettuata con profilo misto, che prevede cioè sia il rifornimento in volo sia la fase tattica, ricalca molto fedelmente un classico profilo operativo e consente quindi un elevato ritorno addestrativo. Il corso pre-operativo L.I.F.T., tenuto da piloti istruttori del 212° Gruppo Volo su velivoli FT-339C, ha una durata di circa sei mesi, durante i quali i frequentatori destinati alle linee aerotattiche (AMX, Tornado ed Eurofighter), apprendono gli elementi basici dell’attività operativa su velivoli da caccia, effettuando in volo i profili tipici delle missioni di attacco al suolo e di combattimento aria-aria. Oltre alle missioni in volo, alcune delle quali effettuate presso le aree addestrative di Decimomannu (Ca), i piloti seguono un intenso programma di addestramento teorico e vari corsi a terra, tra cui un corso basico di “intelligence”. La missione primaria del 61° Stormo è quella di provvedere alla formazione al volo su aviogetti degli allievi piloti per il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare. Inoltre, si svolgono presso la scuola di volo anche corsi di addestramento avanzato per i piloti e navigatori militari destinati ad un impiego operativo su velivoli caccia e corsi di qualificazione e abilitazione di tutti gli istruttori di volo su aviogetto della Forza Armata.

  • 11:17 RED FLAG 2010

    17/05/2013

    L'esercitazione 'Red Flag', che nel 2010 si è svolta in Alaska presso la base aerea di Eielson con la partecipazione dei cacciabombardieri Tornado dell'Aeronautica Militare, si configura come uno degli scenari più realistici al mondo nello sviluppare l'integrazione e la sinergia degli assetti aerei presenti per lo svolgimento di operazioni aeree complesse, con una particolare attenzione alla validazione delle tattiche relative al supporto aereo alle truppe di terra. Durante l'esercitazione infatti, gli equipaggi di volo e le cellule di forze terrestri lavorano a stretto contatto, provando 'sul campo' le tattiche più appropriate per gli attuali Teatri Operativi.

  • 11:16 RED FLAG 2010 (ENGLISH VERSION)

    17/05/2013

    The 'Red Flag' exercise, which was conducted in Alaska in 2010 at the Eielson AFB with the participation of the fighter bomber Tornado of the Italian Air Force, is one of the most realistic scenario in the world to enhance the integration and synergy of the air component present for the development of complex air operations, with a particular attention to the validation of the tactics related to the air support to the troops on the ground. During the exercise, indeed, the flight crews and the land forces cells work closely, testing 'on the ground' the most appropriate tactics for the current operational Theaters.

  • 05:26 GRIFONE 2011

    01/05/2013

    L'obiettivo dell'esercitazione 'Grifone 2011', organizzata dall'Aeronautica Militare dal 5 al 9 settembre in Val d'Ossola (Piemonte), è stato quello di addestrarsi insieme a reparti di volo stranieri e di altre Amministrazioni, mettendo a frutto l'esperienza maturata nelle missioni all'estero ed il continuo sviluppo delle tecnologie in dotazione ai nostri equipaggi, nonché condividere esperienze e procedure con le organizzazioni e le squadre dei soccorsi su terra. In sintesi, sviluppare ed accrescere quelle sinergie fondamentali per essere sempre pronti ad intervenire quando ci viene richiesto, spesso in condizioni proibitive, di notte, con il maltempo, in zone particolarmente impervie ed isolate. Per la prima volta questo genere di esercitazione è stata interamente condotta da una località isolata, così come potrebbe rendersi necessario in casi di gravi calamità naturali (terremoti, alluvioni), ovvero per grandi eventi quali summit internazionali, G8 etc.

Avanti
chiudi

Una produzione del Ministero della Difesa

Ver. 3.0 © Aeronautica Militare